iOS 11.3, Apple rilancerà Books fra libri digitali e da ascoltare

APPLE va all’attacco di Amazon e dei suoi libri digitali da leggere su Kindle. L’applicazione dedicata ai libri, iBooks, è stata ribattezzata Books nella beta di iOS 11.3 appena distribuita. Ma non è solo questione di nome quanto di contenuti. Stando alle rivelazioni di Bloomberg, nei prossimi mesi l’app sarà rivista in modo profondo con un’interfaccia più semplice e intuitiva e sezioni riorganizzate. Anche il negozio digitale sarà allineato ai contenuti e alla grafica dell’App Store, completamente riprogettato da iOS 11. Non mancherà infine una sezione dedicata agli audiolibri, anche in questo caso in competizione con Audible di Amazon.

La struttura dell’app viaggerà insomma verso una vera piattaforma nella piattaforma dedicata alla lettura. In evidenza, nell’area “Reading Now”, ci saranno i testi su cui l’utente è impegnato e appunto l’esperienza d’acquisto sarà più snella e divertente. Il restyling era d’altronde atteso da tempo: l’ecosistema della Mela ha mutato fattezze praticamente in ogni suo aspetto, con il rilancio delle principali piattaforme e delle app, ma la libreria digitale ne era di fatto rimasta esclusa.

Forse anche per via della sentenza che, nel 2012, condannò Apple al pagamento di una maximulta da 450 milioni di dollari per essersi messa d’accordo con alcuni grossi gruppi editoriali al fine di pompare il prezzo degli ebook, che negli Stati Uniti sono una realtà consolidata per quanto altalenante e di recente sono tornati a salire, insieme agli audiolibri. In Italia, invece, nel 2016 solo il 9,6% della popolazione ha letto un ebook. Nel 2016 erano il 10%. Si tratta comunque di circa 4 milioni di lettori.

A sovrintendere la transizione c’è Kashif Zafar, assunto lo scorso dicembre, con un curriculum di assoluto livello: è stato vicepresidente per i prodotti digitali della divisione Nook di Barnes & Noble. Nook è la gamma di ebook prodotti dal colosso statunitense delle librerie fin dal 2009. Non solo: in seguito il manager ha lavorato per Audible dove ha lanciato la rete di podcast dell’app, Channels.

Il comparto sembra stuzzicare le mire dei colossi hi-tech. Di recente Google ha iniziato a distribuire audiolibri sul Play Store e la stessa Audible si è lanciata in una serie di produzioni originali e nuove funzionalità.

[Articolo originale]


Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*